Attualita

Attualità


Cultura & Psicoanalisi

Contagio o contatto? Oggi Coronavirus...

Pubblicato il | Attualità

di Veronica Palmieri

Tv, giornali, metro, aeroporto…risuona un’eco: Coronavirus.

Il 9 Gennaio 2020 l’OMS ha dichiarato che le autorità sanitarie cinesi hanno identificato un nuovo ceppo di coronavirus mai identificato prima dall’uomo.

Mai identificato prima dall’uomo, già di per sé questo spaventa, alla mente l’impossibilità della cura, perché se l’uomo non lo conosce non possiamo curarlo. Allora mi chiedo quanto sia pericoloso visto che arrivano continuamente notizie allarmanti.

Cerchiamo su internet: Quanto è pericoloso il coronavirus? mi risponde la pagina salute.gov.it, posso considerarla attendibile? Non so ma leggiamo, male che vada sarà un’altra informazione in più a saturare la mia mente che ormai vede solo Coravirus.

“Come altre malattie respiratorie, l’infezione da nuovo coronavirus può causare sintomi lievi come raffreddore, mal di gola, tosse e febbre, oppure sintomi più severi quali polmonite e difficoltà respiratorie. Raramente può essere fatale”.

Ma allora perché esito ad entrare in un ristorante cinese o in un negozio cinese?

Cerco di pensare, di uscire dalle risonanze mediatiche che parlano di pandemia…ma leggo ancora un po'…

Il nuovo coronavirus (già perché si tratta di un nuovo coronavirus facente parte di una vasta famiglia di virus già noti) può essere trasmesso da persona a persona?

salute.gov.it mi risponde: “Si, il nuovo coronavirus può essere trasmesso da persona a persona, generalmente dopo un contatto stretto con un caso infetto”.

Coronavirus

Contagio o contatto?

È qui che nasce questa mia riflessione… Contagio dal latino Contagium, der. di contigĕre, “toccare, essere a contatto”, Contatto dal lat. Contactus der. di contigĕre, “toccare”.

Contagio e Contatto, come inevitabilmente connesse, rimandano a dimensioni relazionali, di legame con l’altro, di connessione, di incontro.

Eppure sembra che oggi siano escludentesi, non ci fa paura il contatto con l’altro, ma il contagio, non ho paura di incontrare l’altro, ho paura di andare là dove il contagio possa essere possibile…

Francesco Corrao, psicoanalista italiano di gruppo, nel 1995 mette in evidenza come per percepire l’insiemità del gruppo, l’individualità delle persone a poco a poco si attenua o addirittura si dissolve. Tale processo si manifesta in forme di confusione conflittuale, dove il desiderio di far parte di un gruppo, come dimensione sociale o non, entra in conflitto con la paura del “perdersi”, la paura di perdere la propria individualità.

Il Contatto che passa attraverso il corpo…

Quando incontro l’altro quello che arriva prima è il mio corpo, contatto ma anche limite dell’incontro, come confine nella relazione con l’altro.

Ed è lo stesso corpo che sempre più spesso sembra oggi scomparire nell'incontro con l’altro, dove la possibilità di essere connesso con l’altro è mediata dagli schermi, rassicuranti, un altro limite che posso mettere oltre al corpo…già perché poi il corpo parla…dà voce alla mia mente, alle mie emozioni, ai miei vissuti.

Allora attivo tutti i miei meccanismi di difesa nell'incontro con l’altro, definisco un pericolo esterno (o forse interno?) affinché la mia vita relazionale o sociale possa essere mediata, dal corpo, dallo schermo o ancora dal Coronavirus.

Se la percezione del Contatto è associata al perdere la propria individualità, possiamo pensare oggi al Contagio come oscillazione tra la paura della frammentazione del Sé e il desiderio conflittuale dell’incontro con l’altro?

CONTATTA GRADIVA

320 3494839

In caso di mancata risposta puoi lasciare un messaggio in segreteria indicando nome e recapito telefonico per poter essere ricontattato. In alternativa contattaci tramite WhatsApp o inviando un SMS.


CONTATTACI

ASSOCIAZIONE GRADIVA

Associazione di ricerca e intervento per l'interazione sociale in Psicologia Clinica e Psicoterapia

STUDIO DI ROMA - TUSCOLANA

Via Caio Lelio 36

00175 Roma

simbolo metro A Subaugusta

STUDIO DI OSTIA

Via Ammiraglio Marzolo 42

00122 Roma Lido

simbolo Roma lido Lido Ostia Centro

CONTATTI

  320 3494839  Whatsapp Logo

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.